“Ad oggi, nessun cambio di passo”

“Ad oggi, nessun cambio di passo”

7 Settembre 2019 0 Di Rocco Gumina

Dopo la pausa estiva, il coordinamento di OPEN politiche aperte – diretto da Davide Capodici – è tornato a riunirsi sia per fare il punto sulla situazione politica locale e generale sia per programmare le attività dei prossimi mesi.

A più di cento giorni dall’insediamento della nuova giunta guidata da Roberto Gambino riteniamo ancora più credibile la premessa del nostro programma presentato ai nisseni nella scorsa campagna elettorale: Caltanissetta è una città priva di visione del futuro e bloccata dalla crisi in atto.

Nel riconoscere tanto l’inutilità legata a promesse di piani di sviluppo avveniristici e irrealizzabili nel nostro contesto quanto la necessità di concedere alla nuova amministrazione i tempi tecnici per avviare politiche di qualità, riscontriamo che – ad oggi – nessun cambio di passo è avvenuto in merito alla crescita del nostro territorio anzi, si è solamente condotto a termine quanto avviato dalla precedente giunta.

La nostra idea di città si poggia sul protagonismo dei giovani, sulla tutela alle famiglie e agli anziani, sull’attenzione tanto alle associazioni e ai quartieri quanto alle imprese. Tutto ciò, a nostro avviso, potrà generarsi alla luce di un rilancio della nostra città come “capitale del centro Sicilia” per le politiche ambientali e per la valorizzazione sia delle peculiarità territoriali sia di realtà come il Consorzio Universitario e il Quarto Polo Sanitario.

Per avviare questo processo in grado di garantire l’attrattività sociale, economica, turistica e commerciale della nostra città abbisogna anche il coinvolgimento dei cittadini riuniti – più che tramite sterili assemblearismi a chiamata diretta – in modalità consultive e rappresentative tra l’altro ormai istituzionalizzate dalla precedente amministrazione e, semmai, migliorabili ma non cestinabili.

Nelle prossime settimane, Open politiche aperte presenterà alla cittadinanza nissena proposte concrete per il rilancio del nostro territorio che deve passare anche attraverso un’opera di formazione rivolta, specialmente, alle nuove generazioni.

 

OPEN politiche aperte

CONDIVIDI