“Come ponti levatoi”. Il contributo dei cattolici alla politica

“Come ponti levatoi”. Il contributo dei cattolici alla politica

19 Novembre 2019 0 Di Rocco Gumina

Si svolgerà sabato 30 novembre a partire dalle 17.00 – presso la cripta della Cattedrale di Caltanissetta, ingresso da Piazzetta Pescheria – un incontro intitolato “Come ponti levatoi”. Il contributo dei cattolici alla politica nel quale sarà presentato il volume di Rocco Gumina Cattolici e politica. Temi, figure e percorsi del Novecento italiano appena pubblicato dalla casa editrice AVE.

All’evento – introdotto dal coordinatore di OPEN politiche aperte Davide Capodici e moderato dal direttore de L’Antenna Online Giulio Scarantino – interverranno: Francesca Messina – Delegata per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso della diocesi di Trapani; Giuseppe Bellanti – Presidente diocesano dell’Azione Cattolica di Palermo; Antonio Gagliano – Presidente dell’associazione “Aldo Moro”.

Riflettere sul pensiero e sull’azione di alcuni fra i più autorevoli uomini politici del mondo cattolico, appartenuti al secolo scorso, è operazione saggia e opportuna. Il libro di Rocco Gumina ci permette di tornare a discutere sull’opera di Sturzo, di Dossetti, di La Pira, di Lazzati, di Moro e, più in generale, sull’impegno dei cattolici in politica. Il volume si incarica di riproporre tanto ai cristiani quanto ai non credenti del nostro tempo, l’intatta attualità profetica di questi uomini che, ponendosi alla sequela di Cristo, hanno donato la propria vita per il bene del Paese.

Il testo, particolarmente rigoroso e attento a rileggere il pensiero e la vita di questi testimoni all’interno del contesto ecclesiale e culturale in cui hanno maturato la propria vocazione politica, ci aiuta a ripercorre anche una rilettura del contributo che hanno dato come laici credenti formatisi dentro l’esperienza dell’Azione Cattolica.

Il volume di Gumina ci aiuta a ricomprendere il nesso profondo tra spiritualità cristiana e responsabilità politica il quale ha contribuito allo sviluppo delle istituzioni democratiche e al progresso civile dell’Italia.

La stagione che stiamo vivendo interpella fortemente i credenti e la Chiesa, a partire dalla crisi della democrazia e dalla difficoltà a rispondere alle grandi sfide che riguardano la vita delle persone. Allora è molto importante, soprattutto per i più giovani, tornare a queste fonti per attingere certamente alla notevole elaborazione teorica, ma soprattutto per lasciarsi ispirare dalla tensione spirituale ed etica che questi sono ancora oggi capaci di donarci.

CONDIVIDI