Lega-M5S. Nulla di nuovo sotto il sole…

Lega-M5S. Nulla di nuovo sotto il sole…

22 luglio 2018 0 Di Rocco Gumina

Se le uscite propagandistiche di Salvini e della Lega sono frutto del più becero marketing politico esistente sulla piazza, le affermazioni di Luigi Di Maio attestano ogni giorno di più la superficialità della classe politica a 5 Stelle.

Dall’Ilva al decreto dignità, dalla lite con il presidente dell’INPS Boeri all’assunzione al ministero per chiamata diretta di un’attivista, Luigi Di Maio esprime una concezione del potere assai simile alla degenerazione politica madre e figlia di Tangentopoli.

Figli politici della retorica del cambiamento, ad oggi – Di Maio e associati – si sono dimostrati capaci di gestire il potere in modo peggiore rispetto alla mala politica che criticavano. Tanto peggiore, da far intravedere a diversi opinionisti logiche del tutto simili a prassi para-dittatoriali.

Dal movimento culturale e politico dei 5 Stelle ci aspettavamo tanto e subito.

Le attese, pompate da anni di campagna denigratoria verso gli avversari politici, sono alle stelle.

Ciò è avvenuto perché la politica italiana ad ogni livello ha grandi problemi.

Occorre un cambio di passo nelle pratiche istituzionali, nella vita dei partiti, nella lotta senza quartiere verso ogni forma di corruzione, nel ritornare a motivare i giovani e gli adulti alla partecipazione politica.

La disarmante superficialità con la quale Di Maio esercita il potere non mira alla riforma della politica italiana. Questo è il mio parere.

Al massimo, i pentastellati – ad oggi – hanno cercato di occupare tutto quello che era occupabile per gestirlo in modo superficiale e dannoso.

Tutto questo è attestato, ormai quotidianamente, da Tito Boeri il quale – dopo aver richiamato diverse volte anche i precedenti governi – da nessuno mai aveva ricevuto l’invito alle dimissioni dalla direzione dell’INPS.

Nulla di nuovo sotto il sole.

Ma adesso si è aggiunta pure la pioggia…

CONDIVIDI